Benvenuti

Nelle intenzioni di chi scrive questo luogo vuole diventare uno spazio nel

quale raccontare le numerose esperienze di viaggio e di vita, i sacrifici fatti,

il tempo dedicato e una passione vera: perchè non scrivere di viaggi?

 Eccomi, quindi, un pomeriggio d’inverno in un’amena cornice

paesaggistica che si apre sulle colline piemontesi, con questa idea che

prende corpo.

I ringraziamenti, solitamente, vengono fatti alla fine di un lavoro. Vorrei scriverli qui invece. Ringrazio voi, appassionati lettori, che vi siete accostati con curiosità ed interesse; vi accolgo in questa nuova casa per renderla sempre più bella, partecipata e ricca.

Mamma Armida
Nonno Giuseppe
Papà Ermanno

 

 Nonno Giuseppe, Armida ed Ermanno per l’amore che mi hanno sempre dato e gli insegnamenti dispensati. Senza di voi, che adesso mi leggete da lassù, tutto questo non sarebbe stato una splendida realtà.

Questa nuova avventura è un’ulteriore tappa di crescita nel mio cammino. Fare qualcosa per loro e metterlo al servizio delle persone che condividono la passione per i viaggi. Quelli fatti ritrovando sempre me stesso, le suggestioni legate alle partenze, ai percorsi immaginati che toccano frontiere, paesaggi e luoghi spesso invisibili. Parto per partire e basta. Dico sempre vado e non so il perchè ma in fondo lo so benissimo. Quelli che verranno pregustando il loro sapore di libertà in un’orizzonte senza limiti.

Se siete giunti, nella lettura, sin qui vi starete domandando perchè la scelta di questo nome. Bitácora in lingua spagnola era lo strumento che custodiva il quaderno di bordo nelle traversate marine. Quaderno, il mio, dove scrivo le sensazioni che ogni viaggio mi lascia dentro. Ragioni legate alla scelta del dominio, mio malgrado, hanno visto perdersi l’accento…..

Logo
Dedicato ad Armida ed Ermanno

Sentitamente

Robi